Condizionatori, come usarli al meglio per non consumare troppo

06-08-2019Casa

Le estati diventano sempre più calde e afose, costringendoci a optare per soluzioni sempre più tecnologiche per contrastare la calura. Il cambiamento climatico ha sicuramente spinto al rialzo il termometro, con grandi caldi in arrivo già dal mese di giugno (generalmente piuttosto mite). Come combattere i 35 gradi all’ombra che si registrano in tutta Italia?

Acquistare un condizionatore di classe alta

L’acquisto di un condizionatore è alla base del nostro fresco. Tuttavia, non è semplicemente l’uso del condizionatore a darci benessere ma anche il modo in cui lo utilizziamo, che si tramuta in bolletta dell’elettricità. Infatti, a seconda del condizionatore scelto e alle operazioni che vogliamo svolgere il prezzo dell’energia varierà in maniera importante.

La classe del condizionatore

I migliori condizionatori in circolazione sono quelli di recente produzione e che hanno una classe elevata, pari ad A o superiore. Grazie all’uso di questi prototipi, nell’arco di un anno di utilizzo si andrà a spendere il 30% in meno, con emissioni di CO2 inferiori e, dunque, maggiore attenzione all’ambiente. Ma che temperatura mantenere dentro casa?

La temperatura giusta per l’ambiente interno

I consigli principali legati all’uso dei condizionatori sono quelli del non esagerare! Infatti, se esternamente sono presenti più di 30º non ha alcun senso impostare 18º sul tuo dispositivo. Perché? Anzitutto, per la salute: il corpo umano è esposto a sbalzi di temperatura che lo costringono a reagire alle diverse temperature, con la conseguenza di prendere un raffreddore o, nel peggiore dei casi, farsi venire la febbre. L’altro aspetto è legato ai consumi e all’inquinamento: maggiore sarà lo sforzo che il tuo condizionatore dovrà fare per raffreddare la stanza, superiore sarà il balzello sulla bolletta della luce.

E se tengo acceso il condizionatore tutto il giorno?

L’uso del condizionatore può essere anche continuo. In questo caso, un prototipo con tecnologia inverter è perfetto per i tuoi bisogni! Questi condizionatori, una volta che raggiungono la potenza massima, sfruttano il minio indispensabile per rimanere attivi, potendo per giunta variare la temperatura a seconda dell’esigenza del momento. Quindi, se desideri mantenere attivo il tuo condizionatore inverter, non spegnerlo e riaccenderlo continuamente perché l’accensione è il momento del massimo consumo ma, una volta arrivato alla potenza richiesta per il suo funzionamento, consuma pochissimo.

Tags: