Ecobonus per la cessione del credito 2018, presto una semplificazione normativa

22-05-2019Finanza

Chi ha realizzato nel 2018 lavori di ristrutturazione in casa con il supporto di un’impresa dovrà inviare all’Agenzia delleEntrate un apposito modello per consentire alle imprese l’utilizzo del credito ceduto. Ma presto le cose cambieranno, a vantaggio sia di proprietario che di titolare d’impresa. Infatti, scatterà presto una semplificazione che permetterà di avere lo sconto da parte dell’impresa pari al bonus spettante senza necessità di passare per la burocrazia finora conosciuta. La procedura, ad oggi, è assai complessa perché la cessione del credito per gli interventi in casa prevede una serie di specifiche che coinvolgono fornitori, lavoratori e persino le banche. Con la nuova normativa molti passaggi verranno semplificati, in particolare per l’utente che ha richiesto i lavori di ristrutturazione. Sostanzialmente, così come avviene per l’ecobonus per l’acquisto di auto meno inquinanti, all’acquirente — in questo caso, il titolare della casa —verrà applicato immediatamente lo sconto e per le imprese ci saranno somme disponibili sotto forma di credito d’imposta. Gli addetti ai lavori parlano di passaggio della norma in parlamento entro l’estate. È bene specificare che ad oggi è necessario comunicare all’Agenzia delle Entrate una serie di dati attraverso il modello prestabilito: senza tale comunicazione, la cessione del credito risulta inefficace. Il credito d’imposta per la detrazione spettante è utilizzabile a decorrere dal 5 agosto 2019 per le spese sostenute dal primo gennaio al 31 dicembre 2018.

Tags: