[ Habiblog - il Blog di Habiqui ]

L’unicità degli stili shabby chic e provenzale

Tutti pazzi per lo stile shabby chic e per quello provenzale! Ormai da decenni, è trendy arredare la casa in campagna o quella al mare con richiami floreali, mobili recuperati e colori primaverili. Spesso, però, si fa confusione tra i due stili, che hanno origini diverse e spaziano da un continente all’altro, contaminandosi con varie culture. Per la tua casa, che stile preferisci? L’unicità è un aspetto molto importante che rende la tua abitazione cool e ammirata dai tuoi amici, che ritroveranno negli spazi della tua casa un esempio d’arredo da seguire e dal quale trarre utili spunti di design. Qualunque elemento d’arredo rende unica la tua abitazione: dal tavolo del soggiorno al lampadario della cucina, passando per i mobili del bagno e fino agli elementi del tuo giardino.

Lo stile shabby chic

Nasce in Gran Bretagna ma prende il nome negli Stati Uniti: stiamo parlando dello stile shabby chic. Questo filone d’arredamento e di design si sviluppa dentro le case della borghesia americana, che ha saputo sfruttare i mobili vecchi ridando loro vita, ma non solo: rendendoli eleganti! Ecco che la parola shabby, che richiama tutto ciò che è logoro o vecchio, si unisce alla parola chic, conquistando un pubblico internazionale e restando fino ad oggi sulla cresta dell’onda. Uno stile richiestissimo, amato da grandi e piccoli, che sfrutta materiali quali il legno e il metallo. I richiami alla campagna britannica sono forti nello stile shabby chic, riuscendo ad inserirsi benissimo nello stile delle abitazioni italiane edificate fuori città. I veri amanti dello stile sfruttano i complimenti d’arredo shabby anche per alcuni ambienti degli appartamenti cittadini: uno spazio unico dove poter rilassarsi e staccare dalla routine quotidiana.

Lo stile provenzale

La Provenza è la regione della Francia famosa per la lavanda: colori e profumi intensi rievocano giornate primaverili ed estive, senso di libertà e contatto con la natura. Nella regione francese nasce proprio il vero stile provenzale, che ha donato al mondo dell’arredamento una seri di elementi che si basano, così come nel caso del shabby chic, sul recupero del vecchio ma puntando su colori quali il giallo, il color lavanda e il verde chiaro. Nello stile provenzale vengono richiamati tantissimo i fiori: sulle tovaglie, sulle tende, persino nelle ceramiche. Tanti modi per poter arredare la casa, seguendo un design unico che renderà l’abitazione un vero e proprio bijou.

Estate 2019, l’arredamento per la casa al mare

Estate 2019, l’arredamento per la casa al mare

Semplicità e fantasia sono gli elementi chiave per arredare al meglio la casa al mare. Infatti, la nostra piccola — o grande — dimora ha una sola finalità: ospitarci nel relax totale per qualche settimana o per diversi weekend. Purtroppo non si può rinunciare del tutto al lavoro quotidiano ma, una volta spento il computer dell’ufficio e messo via le scartoffie burocratiche, possiamo goderci qualche giornata all’insegna del divertimento e della praticità.

Ecco che la domanda sorge spontanea: come arredare la casa al mare? Che tu debba rinnovare gli spazi oppure arredarli ex novo, in questo articolo proveremo ad analizzare alcune specifiche adatte per la tua casa al mare. Partiamo dai colori: detto che ognuno può scegliere quello più adatto ai propri gusti, qualche regola la si può enunciare. Ad esempio, i colori tenui vanno prediletti a quelli forti perché il clima deve risultare di totale spensieratezza. I colori pastello e soft, infatti, trasmettono serenità ed è per questo motivo che sceglierli può essere la carta vincente per la tua casa al mare. Il bianco e il blu, invece, si adattano ad esempio ai cuscini o ai mobili: sono chiaramente riferimenti alla località balneare. I colori scuri non si addicono ad una casa al mare, dando una sensazione opprimente e poco sbarazzina.

Il lino e il cotone sono decisamente tessuti adatti per la tua casa al mare. Ad esempio, in camera da letto sono perfetti per le lenzuola. Sopra la testiera del letto si può appendere un quadro che richiama la navigazione o una foto con il tramonto o l’alba sul mare. Anche i comodini sono graditi nella casa al mare, possibilmente in colore bianco o pastello.

Per quanto riguarda il giardino, per gli apertitivi o le cene con gli amici si può puntare su un’illuminazione soffusa. Qualche pezzo d’arredamento come le poltrone da esterni o un tavolo in vimini con un vetro appoggiato sopra daranno il tocco perfetto alla tua estate all’aria aperta! Una lettura del giornale di prima mattina, la colazione con il cinguettio degli uccelli, l’ombra mediterranea di un albero di ulivo…

Come trascorrere piacevoli giornate estive col giusto design

Con l’arrivo dell’estate possono iniziare finalmente le cene all’aperto e le chiacchiere tra amici fino a notte fonda. La tua casa subirà qualche trasformazione per adattare la vita di tutti i giorni alle giornate calde e spensierate, così come alla preparazione delle tue pietanze preferite. Se sei alla ricerca di qualche consiglio su come strutturare la tua abitazione per il periodo estivo, sei nel posto giusto!

Se hai a disposizione un terrazzo, questo è il momento dell’anno perfetto per poterlo sfruttare al meglio. Per le cene con gli amici, cosa c’è di meglio di un bel tavolo in legno facilmente richiudibile per fare spazio quando non serve? Le soluzioni pratiche sono le migliori per il periodo estivo, fatto di relax e anche un po’ di lentezza. Ecco perché, avendone la possibilità, nel tuo terrazzo potresti montare un’amaca, magari legandola ai pali della copertura della tua terrazza. I tuoi invitati faranno a gara per chi la occuperà! Naturalmente nel terrazzo ci sarà spazio per il tuo barbecue portatile: le grigliate di carne, pesce o verdure saranno molto più gustose!

In un periodo storico in cui è importante saper riciclare, in terrazzo potrebbero benissimo stare dei divani realizzati con i pallet. Recuperare ciò che diventerebbe scarto significa donare nuova vita ad elementi che diventano cool. L’impatto positivo è assicurato, così come l’effetto “wow” donato dai morbidi cuscini che accoglieranno la persona che ci si siederà sopra. Quali colori? Il bianco fa estate, ma se non vuoi lavare costantemente i cuscini puoi puntare sul verde o sul blu.

Le piante sono belle in tutte le stagioni ma d’estate i loro profumi e la loro presenza diventano un must della tua casa. Il fascino immortale del ficus beniamina o della dracena si accosta ai colori delle orchidee o dello spatifillo. Ma anche l’aloe vera, la felce o la tillandsia cyanea diventano elementi di design se inserite nel contesto adatto, come un vaso iconico dove poter ospitare le piante.

Anche gli oggetti che compongono la tua cucina possono trarre ispirazione e fantasia dall’estate. Dai panni colorati alle insalatiere con immagini stilizzate di animali, passando per i portabottiglie con forme squadrate, sono numerosi gli elementi pratici (ma di design) che danno un tocco innovativo alla bella stagione.

Barbecue, che passione! Le cene all’aria aperta dell’estate italiana

Con l’arrivo dell’estate e del caldo, del bel tempo e delle notti dai cieli stellati scatta l’ora del barbecue, ovvero le grigliate di carne, di pesce o di verdure che tanto piacciono agli italiani. Che tu abbia una casa al mare o in montagna, al lago o in campagna, in città con un balcone o una terrazza, i barbecue di ultima generazione si adattano ad ogni tua esigenza per soddisfare il tuo palato e la voglia di grigliate le costolette, arrostire del pesce o cuocere un po’ di zucchine e peperoni con l’aggiunta di un gustoso olio extra vergine d’oliva (e un pizzico di sale).

Il barbecue per tutte le situazioni

Le nuove tecnologie hanno spinto il design dei barbecue ad adattarsi ad ogni situazione e non è necessaria la costruzione di un grande totem (che sì, alcuni adorano proprio per la sua imponenza) per poter cuocere le bistecche di maiale o gli arrosticini! Certo, se hai un giardino spazioso dove poter inserire il tuo barbecue in muratura sei a posto! Se, invece, hai necessità di riflettere sull’ingombro che un barbecue può causare, puoi puntare su uno elettrico. Il barbecue a griglia elettrica è un’ottima soluzione se vivi in un appartamento ma non vuoi rinunciare alla tua grigliata estiva. Se hai un po’ più spazio, puoi puntare su altre versioni di design per il tuo barbecue. Per esempio, quello con carrello e coperchio, per una perfetta cottura uniforme. In questa versione (prova a cercare quello della Broil-Master) puoi trovare vari spazi per appoggiare il vassoio con la carne o gli strumenti del mestiere (le pinze per girare le bistecche, il barattolo del sale) e anche uno scomparto inferiore per i piatti.

Fai da te e soluzioni geniali

Se ami il fai da te potresti sfruttare un vecchio bidone alto dell’olio e renderlo un vero barbecue! Dopo averlo trattato correttamente per rimuovere ogni tipo di residuo pericoloso per la salute, puoi riempirlo con delle pietre quasi fino all’apertura per poi inserire lì la legna o la carbonella utile per la realizzazione della brace. A quel punto, ti è sufficiente una griglia e il gioco è fatto! Su internet si trovano prototipi di barbecue di ogni genere, come quello da montare verso la parte interna del bancone come se fosse una vera e propria fioriera.